Galli (Pd): “Meglio un commissario della nazionalizzazione” First on Line – 29/01/2013

First on Line

29.01.2013

Galli (Pd): “Meglio un commissario della nazionalizzazione”

Secondo il candidato Pd alla Camera nel collegio Lombardia1 bisogna pensare al commissariamento di Mps: i vantaggi sarebbero maggiori di una nazionalizzazione all’americana che rischia di trasformarsi in permanente – “Tocca in primo luogo alla Banca d’Italia accertare se esistono i presupposti per imporre un commissario a Mps”

Giampaolo Galli

Non sono contrario in linea di principio al modello americano del salvataggio di una grande banca attraverso temporanea nazionalizzazione, ma in Italia c’è sempre il rischio che quel che è temporaneo diventi permanente. Nel caso del Mps, come ha osservato su FIRSTonline anche il professor Gustavo Visentini, credo perciò che sia più facilmente percorribile la via del commissariamento.

Naturalmente tocca in primo luogo alla Banca d’Italia accertare se esistono i presupposti per far scattare il commissariamento del Monte e a chi attribuire l’incarico. Ma, se esistono le condizioni, i vantaggi del commissariamento sarebbero molteplici: si sospenderebbero in larga parte i diritti degli azionisti, si darebbero pieni poteri al commissario, si favorirebbe la massima trasparenza sulle reali condizioni della banca e si spianerebbe la strada, qualora si ritenesse necessaria, a un’azione di responsabilità verso la vecchia gestione della banca. Infine – e non è cosa da poco – si creerebbero i presupposti per far recuperare a Mps almeno una parte dei fondi andati perduti in operazioni a dir poco spericolate.