L’economia migliora, ma l’Italia rimane il paese con la crescita più bassa. Pil procapite nel 2017 (1995=100).

Come mostra la tabella qui sotto, l’Italia è il paese con la crescita più bassa fra tutti i paesi OCSE. Cresceva meno degli altri prima della crisi; fra il 2008 e il 2013 ha sperimenato una recessione  più lunga e  profonda di quasi tutti gli altri paesi. Grazie a un drappello di imprese esportatrici e anche alle politiche messe in atto in questi anni, nel 2014 l’Italia ha cominciato a riprendersi, ma la crescita rimane di circa un punto al di sotto di quella degli altri paesi dell’Eurozona.

Il problema dell’Italia, la sua anomalia, è la bassa crescita. Nel periodo 1995-2017 abbiamo fatto peggio persino della disgraziatissima Grecia.

Le cause sono tante, ma una cosa è certa: fare impresa in Italia è davvero molto difficile. Abbiamo ancora bisogno di riforme (della PA, delle giustizia, della ricerca, della contattazione ecc.) che rendano meno difficile fare impresa. Se non ci riusciamo avremo sempre tanti poveri, tanti disoccupati, tanti giovani brillanti che emigrano alla ricerca di lavoro.  E il debito pubblico diventerà un peso sempre meno sopportabile.

Smettiamola di dire che “ci siamo illusi che la cerscita risolvesse i problemi sociale”; la verità è che la crescita non c’è stata o stata bassissima. A oggi, l’Italia è uno dei pochissimi paesi che non hanno recuperato i livelli pre crisi; anzi, in termini di Pil procapite, è sotto di 8,6 punti percentuali.

E smettiamola di dare la colpa  all’Euro o a una presunta austerità dell’Europa. Basta vedere i tassi di crescita dell’Eurozona al netto dell’Italia (in rosso qui sotto) e quello dell’intera Unione Europea: sono all’incira uguali a quella degli Stati Uniti.

Di seguito, l’indice del PIl procapite nel 2017, fatto 100 il 1995, dal più piccolo (Italia) al più grande:

          PIL pro capite nel 2017            

(1995 = 100)

 Fonte: Commissione Europea

    Italy 106.3
   Greece 116.3
   Japan 119.5
   Cyprus 122.6
   France 124.3
Denmark 124.9
Switzerland 125.2
Portugal 127.6
Norway 128.9
Euro area 129.3
Belgium 131.1
Germany 132.9
Austria 133.8
Euro Area  exluding Italy 134.7
Canada 136.7
Spain 137.1
United States 137.4
Mexico 137.5
European Union 137.5
United Kingdom 137.9
Netherlands 139.7
Australia 146.0
Luxembourg 146.4
New Zealand 146.7
Finland 147.4
Sweden 152.5
Iceland 167.3
Czech Republic 169.3
Slovenia 169.8
Macedonia FYR 172.2
Hungary 174.2
Croatia 176.9
Malta 183.6
Serbia 190.3
Turkey 206.4
Korea 217.4
Romania 218.8
Bulgaria 220.6
Slovakia 228.7
Poland 235.2
Ireland 253.6
Estonia 259.5
Latvia 301.4
Lithuania 315.8
Share Button
Print Friendly, PDF & Email