Archivi autore: GIampaolo Galli

Ads

Collective Action Clauses and Sovereign Debt Restructuring Frameworks: Why and When is Restructuring Appropriate, di Giampaolo Galli

This paper discusses some of the legal aspects of Collective Action Clauses (CACs) in the context of the Eurozone and then approaches the broader economic issue of why it may be useful to have more efficient CACs, such as single-limb CACs, and when and in what circumstances it may be appropriate to restructure sovereign debts. Whatever Eurozone authorities will do with ESM rules and CACs, it is crucial not to repeat the mistake that was done in 2010 in Deauville. When markets learnt about PSI, contagion effects were significant and markets were destabilized in several Eurozone countries.

Download here

 

Keywords: sovereign debt, restructuring, default, Italy, Collective Action Clauses, Deauville

JEL Classification: H63, K12,K22

Galli, Giampaolo, Collective Action Clauses and Sovereign Debt Restructuring Frameworks: Why and When is Restructuring Appropriate (April 25, 2019). EUROPEAN FINANCIAL INFRASTRUCTURE IN THE FACE OF NEW CHALLENGES, ed. by Franklin A., Carletti E., Gulati M. and Zettelmeyer J.. Available at SSRN: https://ssrn.com/abstract=
Ads

Salvini non venda illusioni: i populisti del Nord e dell’Est sui bilanci pubblici sono più duri dell’attuale Commissione, di Giampaolo Galli, Inpiù, 7 maggio 2019

Qualche giorno fa lo ha detto chiaro e tondo in un’intervista a Repubblica Jörg Meuthen, leader di AFD, il partito dell’ultradestra tedesca alleato di Salvini alle elezioni europee: “Il rispetto delle regole di Maastricht è fondamentale”. Lo ha ripetuto, in un’intervista alla Stampa, con toni ancora più duri, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, espressione della destra sovranista di quel paese: “l’irresponsabilità di bilancio dell’Italia mette a rischio l’Europa”. Continua a leggere

Ads

Ristrutturare il debito farebbe danni immensi, di Giampaolo Galli e Lorenzo Codogno, il Sole24Ore, 30 aprile 2019

La parola «ristrutturazione» riferita ai debiti sovrani è stata espunta dalle dichiarazioni del summit sulla riforma dell’Eurozona che si è tenuto nel dicembre scorso. Ne sono rimaste però alcune tracce: l’affermazione che l’assistenza finanziaria dell’Esm (il Fondo salva Stati europeo) viene erogata solo ai Paesi i cui debiti sono giudicati sostenibili – il che significa che se non lo sono, i debiti devono essere ristrutturati – e l’impegno a introdurre dal 2022 in tutte le emissioni di titoli pubblici nuove clausole contrattuali (dette single limb collective action clauses), il cui scopo è di facilitare la ristrutturazione dei debiti. Continua a leggere

Ads

Il monito FMI sul debito: con le tendenze attuali arriveremmo al 139% del Pil in un quinquiennio, di Giampaolo Galli, Inpiù, 26 aprile 2019

Stranamente, è passato quasi inosservato in Italia l’ultimo “Fiscal Monitor” del Fondo Monetario Internazionale. I media hanno ripreso l’usuale monito all’Italia, ma non hanno colto che per la prima volta il Rapporto contiene una proiezione in cui il debito pubblico non scende rispetto al Pil e nemmeno si stabilizza, ma continua a crescere per tutto l’orizzonte della previsione, fino al 139% nel 2024. Continua a leggere

Ads
Ads

IPOTESI AUMENTO IVA PER IL 2020, di Giampaolo Galli, Inpiù, 29 marzo 2019

Secondo il Centro Studi Confindustria, l’Italia è a crescita zero e il deficit salirà al 2,4% quest’anno e al 3,5% – se non aumenta l’Iva – nel 2020. Il rapporto debito/pil in questo scenario è destinato ad aumentare, anche perché è sempre più chiaro che i famosi 18 miliardi di privatizzazioni sono una chimera. Continua a leggere

Il gesto di Salvatore Rossi e i rischi di lottizzazione della Banca d’Italia, Inpiù, 21-03-2019

Non sappiamo al momento cosa esattamente stia succedendo alla Banca d’Italia, ma sappiamo per certo che la Banca è sotto attacco e che quello di Salvatore Rossi, che si e’ dichiarato indisponibile per un nuovo mandato dopo la scadenza di maggio, è gesto nobile, che, come ha scritto Franco Locatelli, lo ricollega, per spessore morale e civile, alle figure migliori della Banca, da Donato Menichella in poi. Continua a leggere